Ecco un vero ammonimento. Vale per me autore ed editore di escogitur ed apotasso quando mi dilungo e mi perdo nei mille meandri della ricerca delle conoscenze e delle informazioni corrette distaccandomi dall’essenza del Vangelo che sono parole di amore e di autocorrezione; e per tutti coloro che cercano di convincerci su alri percorsi di fede diversi dalla volontà di mettersi alla sequela della imitazione di Cristo:

Vangelo – Giovanni 13,34-35

34 Vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, anche voi amatevi gli uni gli altri. 35 Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri».

Mi basta il Vangelo che è PAROLA DI DIO RIVELATA PUBBLICAMENTE. Tutto il resto confonde, e apre a grandi rischi di eresia per chi non fonda la sua umiltà e pietà santificatrice nella Fede, nella Speranza e nella Carità.

…non badare più a favole e a genealogie interminabili, che servono più a vane discussioni che al disegno divino manifestato nella fede“.
I Timoteo 1:4

-o0o-

INNO ALLA CARITA’

(S. Paolo – Prima lettera ai Corinzi 13,1)

Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
ma non avessi la carità,
sarei un bronzo risonante o un cembalo squillante.

Se avessi il dono della profezia
e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza
e avessi tutta la fede in modo da spostare le montagne,
ma non avessi la carità,
non sarei nulla.

Se distribuissi tutti i miei beni per nutrire i poveri,
se dessi il mio corpo per essere arso,
e non avessi la carità,
non mi gioverebbe a nulla.

….

Ora esistono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità;
ma la più grande di esse è la carità.

La Carità si compiace della Verità

Annunci